sabato 28 aprile 2012

un pensiero profondo e quasi estivo

Ieri sera stendendo mi mancavano due calzini. Ho controllato nel cestello della lavatrice ma non c’erano. A volte stanno là. Io penso di averla svuotata, di aver messo tutto nella conca e invece non è vero. Ho anche fatto fare un giro al cestello. Quella cosa di far fare i giri al cestello mi è sempre piaciuta. A volte saltan fuori dei pezzetti di bucato a farlo. Cose piccole, cose che la forza centrifuga aveva spinto là così bene che non le vedevo. I calzini ad esempio. Vuoi vedere che l’altro giorno sono andata a lavorare con un calzino rosa e uno grigio? mi sono domandata. Non proprio rosa rosa e non proprio grigio grigio. Un grigio chiaro chiaro e un rosa tipo rosa antico ma chiaro chiaro anche lui. Poi, quando mi ero già rassegnata che doveva essere proprio successo così, li ho visti dietro la lavatrice. Mi erano caduti dalla conca quando l’ho appoggiata sulla lavatrice per stendere senza dovermi piegare ogni volta che prendevo in mano un pezzetto. Che bello, mi son detta chiudendo la luce, tra poco non si stendon più calzini.

2 commenti:

BEGONIA ha detto...

che bel pensiero, anche io non vedo l'ora!

latteaigomiti ha detto...

@Begonia: dai manca poco, sta per arrivare il tempo dei sandali :-D