mercoledì 11 aprile 2012

oimè

'sta sera sull'autobus, seduta vicino a me, c'era una signora che parlava al telefonino. A un certo punto ha detto: oimè. Era tanto che non ne sentivo uno, e mi è venuto in mente

Chi chiama Dio, no xe contenti
Chi chiama ‘l diavolo, xe desperai
Chi dise: oimè! xe inamorai.

5 commenti:

BEGONIA ha detto...

bellino bellino questo post! :-)

latteaigomiti ha detto...

@Begonia: grasie :)
ho letto due volte e sì le elle sono due, sai com'è in questa città ho imparato a star attenta a quella doppia, molto attenta ;-P

BEGONIA ha detto...

genova??

latteaigomiti ha detto...

@Begonia: indovinato :D

BEGONIA ha detto...

:-))))))))