giovedì 1 dicembre 2011

AA VV

Quando si va a visitare la libreria aNobii di qualcuno, sempre che si abbia una libreria propria e non si vada nascondendosi che io non sapevo che si poteva fare e invece si può e quando l’ho scoperto ho pensato: ma guarda, c’è anche chi vuole andare a spasso per gli scaffali degli altri e non ha neppure coraggio di farsi vedere, quando si va, dicevo prima di perdermi via, compare un numerino in alto a sinistra che dovrebbe indicare la compatibilità tra le proprie letture e quelle del proprietario della libreria. Poi, se si è curiosi, e io sono molto curiosa, e si clicca dove c’è scritto: dettagli, compaiono i libri che si hanno in comune e i nomi degli autori dei quali tutti e due si ha dei libri. Ecco, oggi sono andate a curiosare un po’ in giro e facendo tutto quello che ho appena scritto è venuto fuori che a me e una persona che ha ricevuto la mia visita piacciono i libri di AA VV.

4 commenti:

Giovy ha detto...

Io non ho ancora un account su anobii ma prima o poi mi lancio.
Il punto è che ho talmente tanti libri che devo mettermi lì di buona lena e scriver giù di tutto!

Calzino ha detto...

io sono dipendente da anobii... ma tanto.

latteaigomiti ha detto...

@Giovy: basta farlo con calma. Magari al prima volta ne metti un po' giusto per non avere gli scaffali vuoti che "fanno strano" ma considerando che basta mettere il numerino che c'è in quarta vai veloce :-D
Spero di poter curiosare presto tra le tue letture.

latteaigomiti ha detto...

@Calzino: io vado a periodi adesso sono abbastanza dipendente (secondo me è perché devo leggere molto per lavoro e così finisce che leggo poco per puro piacere e gironzolo tanto per le librerie altrui pensando a quello che leggerò appena potrò)